<<  Giugno 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1
     

Home Info generali La Storia La storia della banda musicale
La storia della banda musicale Stampa
Domenica 10 Marzo 2013 21:48

Nella fortezza della Città di Legnago esisteva una Banda Musicale chiamata "Filarmonica" con un proprio Statuto e Regolamento approvati dall'Imperial Regio Sovraintendente di Venezia il 13 Agosto 1858. La Filarmonica era finanziata, in parte dal Regio Governo austriaco, e in parte dal Comune di Legnago. Con la partenza degli austriaci nel 1866 ed il ritorno del Veneto alla Madrepatria, la Filarmonica si è sciolta per mancanza di finanziamento, di Istruttori e Musicanti austriaci. Il Comune di Legnago, e varie associazioni, cercarono di organizzare un Corpo Bandistico assumendo, a periodi mensili, dei Maestri di Musica o Insegnanti di vari strumenti, ma il risultato fu nullo. Si dovette attendere fino all'anno 1894 per vedere l'inizio di una organizzazione musicale per opera di Mons. De Massari ed altri volonterosi e assistere ad una prima modesta esecuzione musicale che entusiasmò e che indusse l'amministrazione Comunale a dare forma legale alla Scuola di Musica ed al Complesso Bandistico, in sua seduta del 30 Agosto 1901, istituendo un Ente Musicale e denominandolo "Banda Sociale Comunale di Legnago".
Dopo il 1866 e lo scioglimento della "Filarmonica" i pochi strumentisti rimasti e dispersi tra il centro e le frazioni, davano vita a qualche piccolo complesso strumentale  chiamandolo "Civica Banda". Così Vangadizza , Vigo e  S. Pietro riuniti insieme come "Banda Civica", diretta dal Maestro Cesare Bottesini di Mantova. Altro concerto, nella stessa formazione e diretto dallo stesso Maestro Bottesini il primo dicembre 1869.
Dal 1869 non si ebbe più nessuna notizia di esecuzioni musicali di complessi locali tranne "l'Orchestra dei Dilettanti Legnaghesi" guidata dall'Avv. Bartolomeo Nodari.
Nel 1895 la frazione di Vangadizza ebbe la sua prima Banda per volontà di quella generosa popolazione, totalmente a carico degli abitanti. Lo Statuto di quella prima Banda prevedeva la firma di una cambiale per essere socio o allievo. Non era una Banda con organico regolare, ma un insieme di strumenti diversi che eseguivano musiche d'occasione. Sarà nel 1925 che si darà forma funzionale e giuridica ad un complesso bandistico chiamato " Banda musicale di Vangadizza ". La Banda era istruita e diretta dal Maestro Ettore De Antoni residente in Vangadizza. Coadiuvato, per la Scuola Allievi, da volonterosi strumentisti (Otello Abriani-Alberico Bottoni-Virginio Ramazzotto), residenti tutti in Vangadizza. In pochi anni fu creata una "Media Banda" regolamentare nello strumentale e nell'organizzazione. Sostenne concerti in diversi Comuni della provincia di Verona. La Banda era l'orgoglio della frazione, una frazione composta da umile gente, tanto umile quanto intelligente e lavoratrice.
Da pag. 186 di “Legnago Tradizionalmente Musicale “ di Renato Facchin EBS - Editoriale Bortolazzi Strei srl - 1985


Ultimo aggiornamento Domenica 10 Marzo 2013 21:58